Archivi tag: sociale

La Lunga Gioventù studia la Contrada della Civetta

Ancora due iniziative culturali e di aggregazione per l’associazione La Lunga Gioventù. Gli eventi fanno parte di “Si-Sienasociale la coprogettazione che tanto vale” e coinvolgeranno la Contrada Priora della Civetta.
Momenti di approfondimento culturale e socializzazione che rientrano nell’ambito della coprogettazione tra comune di Siena ed enti del terzo settore.
Mercoledì 7 dicembre alle ore 16.30, presso la sede del Centro La Lunga Gioventù di via Pispini n. 162, sotto la lente di ingrandimento l’antica torre e il Palazzo Maconi attraverso il libro dell’archeologo Jacopo Bruttini. Presenzierà il prof. Fabio Gabbrielli. Seguirà, mercoledì 11 gennaio alle ore 16:00, una visita proprio presso il museo della medesima Contrada.
Per prenotare la visita chiamare Teresa Cell. 3776963547.
Sabato 10 dicembre alle ore 16:30 si terrà invece un pomeriggio di intrattenimento con sonetti e canti popolari di e con Silvia Golini, Marta Marini e Antonio Tasso.
La foto è tratta dal sito ufficiale della Contrada www.contradadellacivetta.it
SI-SIENA SOCIALE, la coprogettazione che tanto vale, è tra Comune di Siena e Enti del Terzo Settore per proposte a favore di anziani, minori, famiglie e disabili. A seguire le realtà partecipanti. Tavolo Anziani (Associazione di Pubblica Assistenza di Siena, La lunga gioventù APS, Centro socio-culturale terza età Antonio Conti APS); Tavolo Famiglia-Minori (Siena Soccorso ODV, Arciconfraternita di Misericordia di Siena OdV, M’ama APS, La lunga gioventù APS); Tavolo Disabilità (Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti Siena APS, Autismo Siena Piccolo Principe ODV, Le Bollicine APS, Sesto Senso ODV, Associazione0 Senese Down (ASEDO) ODV, Il Laboratorio ODV

Marta a servizio dei fragili: la “Donna Ragno” di Colle Val d’Elsa

Marta la "Donna Ragno" - prima il servizio civile con Arci e poi l'impiego in una coperativa sociale

Marta la “Donna Ragno” – prima il servizio civile con Arci e poi l’impiego in una coperativa sociale

Prima il servizio civile con Arci. Poi una coperativa che gestisce la “prima accoglienza”. Sullo sfondo una passione particolare: il parkour. La storia della domenica di Sienasociale.it racconta di lei:  Marta Mazzuca. 27 anni e tanta voglia di superare i propri limiti.

La incontriamo all’interno di “Il cielo in una stanza” l’appuntamento settimanale che vede il nostro giornale in collaborazione con Gazzetta di Siena.

Marta è una moderna “Donna Ragno”. Pratica parkour. E’ la disciplina sportiva nata in Francia: consiste nell’abilità di compiere un percorso superando qualsiasi genere di ostacolo in maniera veloce ed efficiente. Ringhiere in orizzontale, muri in verticale: Marta non si fa scoraggiare.

Con lei il suo “maestro“. È un medico geriatra: Pasquale Di Sipio. Originario della Puglia, durante gli anni dell’università a Siena, è stato volontario nella Misericordia di Siena prestando servizio soprattutto nell’emergenza. Conosciuto come “Squap” nella comunità di parkour, è attualmente vicepresidente dell’asd Explora – Poeti dei muretti per la quale tiene il corso di parkour per adulti su Siena. Ha conseguito in Uisp anche l’abilitazione come istruttore di ginnastica per anziani.

Il volontariato è qualcosa che i nostri due protagonisti hanno in comune. Marta spiega il perché.

Ho studiato Servizio Sociale all’università. Poi ho svolto il servizio civile presso Arci Siena APS collaborando settimanalmente come volontaria presso il circolo Arci di Ravacciano, sia per il banco alimentare che organizzando settimanalmente (distribuzione di beni alimentari, ma non solo, per persone e famiglie in difficoltà) sia svolgendo lezioni di piano, laboratori di arte e qualche volta aiuto compiti per i bambini del quartiere“.

Tutto questo fino a maggio 2022. Poi la svolta.

Finito il servizio civile, sono stata assunta dalla Cooperativa Sociale Santa Caterina Onlus come operatrice diurna nei centri di accoglienza per richiedenti asilo. Lavoro sul territorio di Colle Val d’Elsa, dove attualmente abbiamo 7 centri di accoglienza, sia per uomini singoli che per nuclei familiari. La nostra categoria di utenza proviene principalmente dal Pakistan e da vari stati dell’Africa”.

Pasquale pratica parkour da tanti anni. Marta solo da 3 ma è già bravissima.

Per sapere di più dei nostri protagonisti questa sera, alle ore 21, “Il cielo di Siena in una stanza” su Gazzettadisiena.it o pagina Facebook del quotidiano o canale YouTube