Via Romea Sanese accessibile: il progetto

Si terrà, domani 26 Novembre alle ore 19.45 presso i locali del Gruppo Sportivo Quercegrossa, l’incontro pubblico per illustrare il progetto “via Romea Sanese Accessibile”.

Il grande successo, che negli ultimi anni ha investito l’escursionismo e l’attività outdoor in generale, ha portato una rinnovata attenzione verso il patrimonio naturalistico che ci circonda e le bellezze del territorio.

Il progetto Via Romea Sanese Accessibile si inserisce proprio in questo contesto: grazie ad un contributo ministeriale, l’associazione omonima di Castellina in Chianti ha iniziato un percorso progettuale che vede coinvolta anche la realtà A.P.S. Camminando A Quercegrossa: obiettivo finale è realizzare una serie di azioni per rendere accessibile,  al più ampio numero di persone, questa antica via.

La Via Romea Sanese è l’antica via che, attraverso il Chianti, collegava Siena e Firenze: sono già molti gli escursionisti che hanno intrapreso questo breve cammino, che può essere compiuto in soli 4 giorni, sia in un senso che nell’altro, in modo da poter scegliere il capoluogo toscano come punto di partenza o arrivo.

Ma per godere delle bellezze del territorio non è necessario compiere tutto il cammino, si può scegliere anche solo una tratta. Grazie all’A.P.S. Via Romea Sanese Accessibile si potranno percorrere alcuni sentieri specifici più brevi con le jolette. L’associazione infatti, mediante il contributo economico ricevuto, ha potuto comprare alcune carrozzelle da fuori strada a ruota unica (le jolette appunto) che permettono la pratica di gite outdoor ad ogni persona a mobilità ridotta o in situazione di handicap, bambino o adulto che sia, grazie all’aiuto di almeno due accompagnatori che spingono e trainano la carrozzella che poggia su un’unica ruota centrale.

I sentieri del Chianti potranno essere goduti da una sempre crescente fetta di pubblico e la Romea Sanese potrà diventare una vera autostrada per escursionisti che vorranno trascorrere del tempo tra vigneti, fattorie e borghi chiantigiani.

Domani alle 19.45 in via di Petroio,12 a Castelnuovo Berardenga, (Loc.Quercegrossa), presso i locali del Gruppo Sportivo, una breve presentazione tenuta dai presidenti delle associazioni coinvolte.

Un appuntamento da non perdere.

Andrea Brogiotti

Al Centro M’Ama ecco la casa dell’elfo

Oggi, alle ore 18, la scrittrice Luisa Patta vi dà appuntamento al Centro M’Ama di Siena (Viale Pietro Toselli, 11) per iniziare ad aspettare in Natale insieme!
Un laboratorio per bambini che inizierà con la lettura a voce alta di una selezione di albi illustrati a tema natalizio. Ce ne sarà per tutti i gusti! E dopo tante belle storie, verrà proposto un laboratorio manuale per la realizzazione della porta della casa dell’elfo. Età consigliata dai 5 ai 10 anni.

Ogni mese l’associazione M’ama APS organizza eventi gratuiti con lo scopo di promuovere la lettura ad alta voce. Leggere ad alta voce ai bambini è importantissimo e porta grandi benefici. Leggere ad alta voce fa bene al cervello e allo sviluppo delle sue potenzialità come quelle legate al linguaggio. Non solo, è dimostrato che iniziare questo percorso spingerà ad amare la lettura ed appassionarvici, beneficiando così in futuro delle sue potenzialità.

Ancora oggi non è scontato che le famiglie e gli adulti di riferimento mettano in pratica questo metodo a sufficienza. Spesso i tempi accelerati della vita quotidiana distraggono da dedicare il giusto tempo a questa attività; alcuni genitori faticano a portare avanti con successo questa semplice ma efficace routine. Per questo abbiamo pensato di organizzare questi appuntamenti per tutta la famiglia, momenti di condivisione e socialità, dove tutti hanno la possibilità di immergersi in mondi fantastici attraverso la lettura ad alta voce.

Inoltre i bambini avranno la possibilità di usare tutta la loro creatività in un laboratorio a tema natalizio, che aiuterà a rendere ancora più magica l’atmosfera. Per aiutarci nel nostro intento non poteva esserci persona migliore di Luisa Patta, mamma maestra è scrittrice riconosciuta a livello nazionale di libri illustrati, con lei il successo sarà assicurato!

Il laboratorio è per bambini dai 5 ai 10 anni
Prenotazioni al 334.3115612
Oppure scrivendo una mail all’indirizzo
centromamasiena@gmail.com

Bambine, bambini! Siete pronti ad immergervi nel clima più incantato dell’anno?
Che la magia del Natale abbia inizio!

Valentina Peccatori 

Volontari impegnati per il Palio

Terzo settore al “Festival della Salute”: ecco chi ci sarà

Presenti, tra gli altri, Ezio Sabatini (coordinamento volontariato Protezione Civile di Siena) Ercole Fragasso (Colonnello commissario della Croce Rossa Italiana), Sebastiano Pellegrino, in compagnia del cane Pongo (Pubblica Assistenza di Siena), Paolo Almi (Provveditore Misericordie di Siena), Susanna Cioni e Pasquale Albano (Croce Rossa Italiana) Dafne Rossi (Coordinatore Comitato Partecipazione AOUS Senese, Membro Consiglio Cittadini per la salute), Ivana Cannoni (Coordinatore Comitato di Partecipazione ASL Sud Est, Membro Cons. Cittadini per la salute), Fabio Lusini (Direttore Tecnico Siena Soccorso, Coordinatore Provinciale Misericordie Siena), Andrea Nuti (Responsabile Coordinamento provinciale ANPAS, Zona senese), Viro Pacconi (Vicepresidente AVIS Regione Toscana e Presidente CESVOT Siena),  Sylvia Sestini (Presidente del Forum Associazioni toscane malattie rare), Stefano Bechini (Presidente AIDO comunale di Siena) Paolo Rossi (vicecoordinatore del gruppo donatori di sangue delle Contrade), Michel Ceccherini (coordinatore Giovani Avis Toscana), Angelo Migliarini (Presidente Fondazione Charlie), Diana Diaz (fondazione ANAR di Madrid; direttora del telefono Anar), Andrea Paolini (Direttore generale fondazione TLS), Silvio Aime (Presidente Fondazione Biotecnopolo Siena), Gaia Tancredi (Giornalista e Presidente LILT Siena)

Anche quest’anno, il Festival della Salute, che si terrà a Siena da oggi fino al 27 novembre in alcuni dei luoghi più belli della città, messi a disposizione dal Comune di Siena, co-organizzatore della manifestazione, offrirà un programma che prevede varie forme di comunicazione per arrivare a molte più persone di varie fasce di età modulando il linguaggio a seconda del mezzo usato e del pubblico coinvolto.

Anche il terzo settore sarà protagonista con numerosi esperti che si alterneranno in vari interventi. In particolare, sabato 26 novembre.

Dalle ore 15.00 presso la Curia metropolitana Arcidiocesi di Siena, sul tema: “la comunicazione sui media e gli interventi in emergenza: professionisti ed esperienze a confronto” con il seguente programma:

Ezio Sabatini, coordinamento volontariato Protezione Civile di Siena
Ercole Fragasso, Colonnello commissario della CRI
Sebastiano Pellegrino, in compagnia del cane Pongo, Pubblica Assistenza di Siena
Paolo Almi, Provveditore Misericordie di Siena
Susanna Cioni e Pasquale Albano, Croce Rossa Italiana
Bernard Dika, Portavoce del Presidente della Regione Toscana. Alfiere della Repubblica Italiana
Francesco Ognibene, Capo redattore Desk Centrale Avvenire
Augusto Paolo Lojudice, Arcivescovo di Siena-Colle di Val D’elsa-Montalcino e vescovo di Montepulciano-Chiusi-Pienza


Dalle ore 15 presso il Presidio Universitario San Niccolò – Aula Grande, sul tema : “Il coinvolgimento dei cittadini e del volontariato nel miglioramento dei servizi sanitari” con il seguente programma:

Simone Bezzini, Assessore Regione Toscana al Diritto alla salute
Francesca Appolloni, Assessore alla salute Comune di Siena
Antonio D’Urso, Direttore Generale USL Toscana Sud Est
Antonio Barretta, Direttore Generale AOU Senese
Roberto Monaco, Segretario Nazionale FNOMCEO, Presidente Ordine dei Medici Siena
Dafne Rossi, Coordinatore Comitato Partecipazione AOUS Senese, Membro Consiglio Cittadini per la salute
Ivana Cannoni, Coordinatore Comitato di Partecipazione ASL Sud Est, Membro Cons. Cittadini per la salute
Fabio Lusini, Direttore Tecnico Siena Soccorso, Coordinatore Provinciale Misericordie Siena
Andrea Nuti, Responsabile Coordinamento provinciale ANPAS, Zona senese
Viro Pacconi, Vicepresidente AVIS Regione Toscana e Presidente CESVOT Siena
Sylvia Sestini, Presidente del Forum Associazioni toscane malattie rare
Stefano Bechini, Presidente AIDO comunale di Siena

In collaborazione con:
Comitato di partecipazione dei cittadini AUO Senese

Dalle ore 16,00 presso  Presidio Universitario San Niccolò – Sala TV sul tema “Manca il sangue…che fare?” con il seguente programma:

Simona Carli, Direttore Centro Regionale Sangue della Regione Toscana
Elena Marchini, Direttore SIMT AOU Senese
Paolo Rossi, vicecoordinatore del gruppo donatori di sangue delle Contrade
Michel Ceccherini, coordinatore Giovani Avis Toscana
Francesco Da Prato, Contract Manufacturing Lead di Takeda Italia

Intervistati da:
Franz Campi, Comunicatore pubblico, giornalista

Ricordiamo domenica, dalle 9.30 alle 13,00, presso la stazione di Siena

IL VILLAGGIO DELLA SALUTE
Mattinata aperta a tutti i cittadini con l’opportunità di poter fare una serie di visite gratuite

Visite e screening gratuiti
Dermatologiche, cardiologiche, metaboliche ed oculistiche per la prevenzione del glaucoma

Consulenze e informazioni
Il valore della donazione, la prevenzione della salute visiva

Esibizione di
Scuola di Ballo Tutti i frutti
Associazione onlus Se mi aiuti ballo anch’io

Per il programma completo:

Media ⋆ Festival della Salute 2022

 

Bambini e pericoli della rete web

Reati in rete: oggi il dibattito

Questo pomeriggio un importante appuntamento per approfondire un un argomento molto delicato ed estremamente attiuale: i reati in rete. Organizzato dal comitato cittadino “Una mano per Siena Protagonista”, con il patrocinio del comune, l’evento è in programma alle ore 17.30 presso la Sala dei Conti in via Del Casato di Sotto n. 23.

Ed ecco il programma

Dopo i saluti del vicesindaco di Siena, Andrea Corsi, Il prefetto Massimo Bontempi, che è presidente del comitato, parlerà delle problematiche legate alle fakenews. La psicologa Claudia Martorano (Istituto di Terapia Familiare di Siena) si soffermera’ sul fenomeno del bullismo. L’ispettore di polizia Michele Mencarelli (Sezione Polizia Postale di Siena) relazionerà su “truffe on line”. Moderazione del dibattito affidata a Mauro Marruganti, segretario FSP Polizia di Stato.

Ingresso libero per un evento da non mancare.

 

 

Monteroni d’Arbia: una panchina rossa, arte e letture contro la violenza sulle donne

Pubblica Assistenza Val d’Arbia e Associazione White celebrano la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne

La giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne a Monteroni d’Arbia sarà l’occasione per inaugurare una panchina rossa, quale simbolo e monito contro tutte le forme di violenza. Nel corso dell’iniziativa, promossa con il patrocinio del comune di Monteroni d’Arbia e in programma per venerdì 25 novembre alle ore 18.00 presso la sede sociale della Pubblica Assistenza Val d’Arbia, si svolgeranno le incursioni letterarie del gruppo teatrale “Quelli… della Pubblica” e un’azione artistica collettiva ideata dall’Associazione White.

Tanti – spiegano dalla Pubblica Assistenza Val d’Arbiasono i contesti e i luoghi, anche nel nostro Comune, in cui è già stata installata una panchina dipinta di colore rosso. Ognuna di queste panchine è simbolicamente occupata dalle numerosissime donne vittime di violenza ed è pensata per trasmetterne la memoria e restituire loro il posto che occupavano al cinema, a scuola, in autobus, prima che un uomo decidesse di porre fine alla loro vita. Su proposta dei nostri volontari abbiamo ricondizionato una delle panchine del nostro piazzale e abbiamo accolto con piacere l’invito dell’Associazione White per creare insieme un momento di riflessione e confronto su un tema così attuale.

L’arte – affermano i referenti dell’Associazione Whiteha la capacità e tutte le possibilità per parlare a tutte quelle persone che vogliono essere a fianco delle donne. Parlare è il primo passo per poter capire e aiutare. Ecco perché abbiamo scelto di proporre un’azione artistica inedita con la quale distruggeremo simbolicamente tutti gli stereotipi che alimentano ogni forma di violenza.

Il teatro – raccontano le volontarie e i volontari del gruppo teatrale “Quelli… della Pubblica” – è uno strumento etico e con la selezione di brani e letture che abbiamo scelto per prendere parte a questa iniziativa vogliamo dare voce alla storia di donne vittime di violenza, discriminazione e dipendenza affettiva.

Emilia Di Gregorio 

Pubblica Assistenza in festa

Contributi al terzo settore: requisiti per richiederli su bollette e carburanti

Si chiama “Bonus Carovita (Terzo settore)”. 190mila euro (di cui 60mila riservate alle associazioni che svolgono trasporto sanitario). I requisiti: sede legale e/o operativa nel comune di Siena, bolletta riferibile alle attività svolte. Più in generale, l’iniziativa vuole sostenere anche famiglie e imprese. Capiamo come.

Bonus Carovita (Terzo settore). L’entità del contributo è di 190mila euro (di cui 60mila riservate alle associazioni che svolgono trasporto sanitario). La modalità di accesso sarà presentazione di istanza a seguito di avviso pubblico. I requisiti principali di accesso sono: sede legale e/o operativa nel comune di Siena; la sede deve essere fisicamente identificabile, la bolletta deve essere riferibile alle attività svolte.

Il contributo per le bollette (per le associazioni che non si occupano di trasporto sanitario) sarà il differenziale dei costi bolletta/e relativa/e al primo semestre 2021 e lo stesso periodo 2022, per una unica sede, fino a un valore massimo di 500 euro. Per i costi carburante (per le per le associazioni che si occupano di trasporto sanitario) il contributo sarà calcolato sul chilometraggio, rendicontato dall’azienda Usl nel primo semestre 2022, corrispondente all’aumento medio del costo del carburante del 15 per cento (fonte ministero Transazione ecologica); tetto massimo per associazione 125mila euro. Le associazioni che beneficano del contributo costo carburante non possono accedere al contributo bollette.

Il comunicato ufficiale del comune di Siena

E’ stata approvata oggi, durante la seduta del consiglio comunale di Siena, convocato in seduta pubblica straordinaria, la delibera relativa all’individuazione delle priorità e dei criteri per l’utilizzo di 1,3 milioni di euro a sostegno delle famiglie, delle imprese e del terzo settore per affrontare la crisi del caro-energia e l’economia di guerra. Il documento è scaturito dal lavoro della commissione consiliare nominata durante il precedente consiglio comunale e che ha lavorato in maniera congiunta e celere.

L’interesse pubblico dell’amministrazione – si legge nelle premesse del documento approvato all’unanimità e illustrato dal consigliere Maria Concetta Raponi (SiAmo Siena), presidente della commissione consiliare – è quello di introdurre una misura una tantum finalizzata a sostenere il redditto delle famiglie che si trovino in una situazione di difficoltà economica, a seguito dell’aumento delle spese inerenti l’innalzamento dei costi energetici; di sostenere gli enti del terzo settore, con particolare riferimento agli enti che svolgono il trasporto sanitario, particolarmente colpiti dall’aumento delle forniture energetiche; di assegnare dei benefici economici alle imprese, finalizzati al contenimento delle ripercussioni economiche del caro energia sugli utilizzatori di locali e utenze per l’esercizio delle proprie attività, concentrando l’utilizzo delle risorse al settore del commercio di medio-piccole dimensioni, in quanto ricomprende le attività maggiormente colpite, in proporzione, dall’aumento dei costi di produzione e gestione e, generalmente, senza margini significativi per la riduzione dei consumi”.

La somma di euro 1milione e 340mila è stata ripartita nei seguenti comparti: bonus carovita alle famiglie, 500mila euro; bonus carovita terzo settore, 190mila euro; bonus utenze mondo sport, euro 150mila euro; bonus Tari a favore di utenze non domestiche, 500 mila euro. Il documento stabilisce anche le modalità di concessione.

Bonus carovita (famiglie). I 500mila euro costituiscono l’entità complessiva del contributo. La modalità di accesso è dietro presentazione di istanza a seguito i avviso pubblico. I requisiti di accesso riguardano i cittadini che si trovano in difficoltà economica a seguito dell’aumento delle spese relative ai consumi energetici sostenuti nell’anno 2022 e in possesso di alcuni requisiti alla data di presentazione della domanda: residenza nel Comune di Siena; Isee fino a 21mila euro; cittadinanza italiana o cittadinanza di uno stato dell’Unione europea o di uno Stato appartenente all’Unione europea, in possesso di regolare titolo di soggiorno; aver pagato, nel corso del 2022, fatture di utenze domestiche, relative all’abitazione di residenza, per la forniture di energia elettrica/gas/riscaldamento; essere in regola con il pagamento dei contributi dovuti al Comune e al fisco. Sono stati stabiliti anche criteri per la formazione della graduatoria, tramite i quali saranno individuati i beneficiari. Saranno applicati alcuni punteggi: per il criterio di non aver già beneficiato, nell’anno 2022, di bonus erogati dal Comune di Siena (energia, spesa, prestazioni sanitarie) 19 punti; presenza di un componente con disabilità (invalidità civile al 100 per cento) 12 punti; non essere titolare (nessun componente del nucleo) di reddito/pensione di cittadinanza 10 punti; famiglie composte da cinque persone ed oltre, 9 punti. A parità di punteggio sarà attribuita precedenza alla famiglia che presenta un valore Isee inferiore; in caso di ulteriore parità sarà seguito l’ordine di presentazione della domanda. L’entità del contributo sarà la seguente: fascia Isee famiglia 0-8mila: 450 euro; fascia Isee 8-13mila, 350 euro; fascia Isee 13-18mila, 250 euro; fascia Isee 18-21mila, 150 euro.

Bonus Carovita (Terzo settore). L’entità del contributo è di 190mila euro (di cui 60mila riservate alle associazioni che svolgono trasporto sanitario). La modalità di accesso sarà presentazione di istanza a seguito di avviso pubblico. I requisiti principali di accesso sono: sede legale e/o operativa nel comune di Siena; la sede deve essere fisicamente identificabile, la bolletta deve essere riferibile alle attività svolte. Il contributo per le bollette (per le associazioni che non si occupano di trasporto sanitario) sarà il differenziale dei costi bolletta/e relativa/e al primo semestre 2021 e lo stesso periodo 2022, per una unica sede, fino a un valore massimo di 500 euro. Per i costi carburante (per le per le associazioni che si occupano di trasporto sanitario) il contributo sarà calcolato sul chilometraggio, rendicontato dall’azienda Usl nel primo semestre 2022, corrispondente all’aumento medio del costo del carburante del 15 per cento (fonte ministero Transazione ecologica); tetto massimo per associazione 125mila euro. Le associazioni che beneficano del contributo costo carburante non possono accedere al contributo bollette.

Bonus utenze (mondo sport). L’entità complessiva del contributo è di 15mila euro. La modalità di accesso sarà presentazione di istanza a seguito di avviso pubblico. Possono presentare richiesta di contributo le associazioni e le società sportive dilettantistiche, gli enti di promozione sportiva e tutte le altre associazioni e soggetti privati senza scopo di lucro a vocazione sportiva che gestiscono impianti sportivi (pubblici e/o privati) e/o spazi dedicati all’attività sportiva e motorio ricreativa; l’ente richiedente deve avere legale ed operativa nel Comune di Siena ed essere fisicamente identificato tramite codice fiscale o partita Iva. E’ previsto un contributo una tantum sulla base delle bollette pagate relative ai primi sei mesi dell’anno 2022 in rapporto allo stesso periodo 2021, con un tetto massimo di mille e cinquecento euro per soggetto.

Agevolazione a favore di utenze non domestiche Tari. L’entità complessiva del contributo è di 500mila euro. Si promuove con questa agevolazione l’attivazione di misure per il parziale ristoro del carico Tari di specifiche utenze non domestiche, finalizzate al contenimento delle ripercussioni economiche del caro energia sugli utilizzatori di locali ed utenze per l’esercizio delle proprie attività. In particolare per alcune categorie (ristoranti, bar, ecc.) si stabilisce la perimetrazione limitata solo alla zona 3, in considerazione del fatto che detta zona ha usufruito di benefici di rilevanza economica inferiore rispetto alla gratuità del suolo pubblico stabilità dall’amministrazione comunale per altre zone. Il contributo può essere riferito alle utenze non domestiche appartenenti a specifiche categorie di attività meritevoli di particolare tutela. Rientrano nelle categorie utenze non domestiche: uffici e agenzie (solo attività professionali); negozi abbigliamento, calzature, libreria, cartoleria, ferramenta e altri beni durevoli; edicola, farmacia, tabaccaio, plurilicenze (escluse farmacie e parafarmacie); attività artigianali tipo botteghe parrucchiere, barbiere, estetista; attività artigianali tipo botteghe falegname, idraulico, fabbro, elettricista; carrozzeria, autofficina, elettrauto; attività artigianali di produzione beni specifici; ristoranti, trattorie, osterie, pizzerie, pub (solo zona 3); mense, birrerie, hamburgherie (solo zona 3); bar caffè, pasticceria (solo zona 3); supermercato, pane e pasta, macelleria, salumi e formaggi, generi alimentari (esclusi supermercato); plurilicenze alimentari e/o miste; ortofrutta, pescherie, fiori e piante, pizza al taglio. I requisiti di accesso sono seguenti: essere soggetti passivi tari in regola con gli adempimenti legati al tributo fino all’annualità del 2021; rispettare il massimale fruibile per gli aiuti di Stato in regime “de minimis”; essere in possesso di regolare Durc; non sussistano cause di divieto di decadenza, di sospensione previste dall’articolo 67 Dlgs 6 settembre 2011, n.159 (Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia) a carico dei legali rappresentanti, amministratori (con o senza poteri di rappresentanza) e soci; non trovarsi in stato di fallimento, concordato preventivo, amministrazione straordinaria, liquidazione coatta amministrativa o volontaria. La misura del contributo è di 500 euro fino ad esaurimento del fondo, la graduatoria verrà stilata in ordine di arrivo delle domande al bando.

La commissione consiliare era composta da sette consiglieri (quattro di maggioranza e tre di minoranza), oltre al segretario generale Franco Caridi come organo tecnico: Paolo Salvini (Lega), Lorenzo Lorè (Forza Italia), Maurizio Forzoni (Fratelli d’Italia) e Maria Concetta Raponi (SiAmo Siena) per la maggioranza; Pierluigi Piccini (Per Siena), Alessandro Masi (Pd), Claudio Cerretani (In Campo) per la minoranza.

 

“Noi ci mettiamo il cuore” progetto di donne per donne

Circa 600 pezzi tra borse portadrenaggi e cuori sottoascellari realizzati e donati dalle volontarie della Pubblica Assistenza Val d’Arbia per le donne operate di tumore al seno a Siena

L’anno volge al termine ed è tempo di bilanci anche per le volontarie del progetto “Noi ci mettiamo il cuore“, ideato e promosso dalla Pubblica Assistenza Val d’Arbia e dedicato alle donne operate di tumore al seno.

Hanno gli occhi pieni di luce mentre raccontano di quella mattina dell’8 marzo quando hanno potuto effettuare, dopo la brutale battuta di arresto a causa della pandemia, la prima donazione di cuori sottoascellari e borse portadrenaggi presso il reparto di Chirurgia Oncologica della mammella dell’Aou Senese presso l’ospedale Santa Maria alle Scotte di Siena.

Un progetto delle donne per le donne che finalmente prendeva la sua strada e che ad oggi, di donazione in donazione, conta numeri importanti, come 548 borse portadrenaggi e 66 cuori sottoascellari consegnati e distribuiti tra le pazienti dalle infermiere del reparto che proprio in queste sere hanno incontrato le volontarie per ritrovarsi e festeggiare insieme.

Dietro a questi numeri – spiegano le volontarie referenti del progettonon c’è solo tutto il lavoro materiale che è stato realizzato, dal taglio delle stoffe alla cucitura al confezionamento. Quando finalmente a marzo 2022 siamo riusciti a partire, sapevamo che questa nostra idea avrebbe avuto bisogno di tante gambe per camminare e crescere ma ancora di più di cuori pronti ad accoglierla e braccia pronte a supportarla. Noi ci abbiamo messo il cuore ma il sostegno che abbiamo ricevuto e il bene che questo progetto ha generato è incommensurabile. Il ritrovo con le infermiere, prime testimoni di tutto ciò per il lavoro che svolgono quotidianamente in reparto, è stato voluto per condividere quanto fatto fino ad ora ma anche per coltivare con un momento di aggregazione questa sinergia, linfa vitale per continuare a crescere e lavorare insieme.”

“Quando consegniamo alle pazienti – spiegano le infermiere del reparto – il pacchetto con la borsa portadrenaggi o con il cuore sottoascellare è tangibile lo stupore e la gratitudine di chi lo riceve. Prima delle attuali borse portadrenaggi, realizzate con cura dalle volontarie della Pubblica Assistenza Val d’Arbia, avevamo tentato diverse soluzioni per gestire l’impaccio del sacchetto portadrenaggi in una situazione che di per sé è già molto delicata per le pazienti oncologiche. Non sono, dunque, soltanto un dono simbolico della solidarietà tra donne, ma entrambi i supporti rendono più sopportabili i disagi post-operatori. Ci ha fatto piacere conoscere il gruppo di donne che lavora al progetto, vedere come si coordinano e si organizzano, ma soprattutto quanto cuore ci mettono.

“Abbiamo curato e custodito gelosamente – concludono le volontarie della Pubblica Assistenza Val d’Arbiagli obiettivi di questo progetto dai mesi immediatamente precedenti alla pandemia che negli ultimi anni ha sconvolto le vite di tutti noi. Lo abbiamo fatto continuando operosamente a progettare in grande. Oggi siamo volontarie, mamme, mogli, figlie, orgogliose di averlo coltivato con cura e determinate a fare la nostra parte per poter volare in alto.

Emilia Di Gregorio

“La Lunga Gioventù” per la cultura

Momenti di vita quotidiana nelle immagini di Biccherna della Repubblica Senese. Domani l’appuntamento, alle ore 16:30, presso la sede del Centro La Lunga Gioventù, in via Pispini al n. 162. 

La cultura stimola curiosità e aggregazione che contribuiscono a prolungare un buon stato psico fisico e a prevenire lo stato di fragilità negli anziani … e non solo.

In quest’ottica e nell’ambito di “Si-Sienasociale la coprogettazione che tanto vale”, l’iniziativa che vede il coinvolgimento del comune e delle associazioni del territorio, il Centro “La Lunga Gioventù” continua con una nuova iniziativa
organizzata grazie alla generosa sapienza del Dott. Alberto Cornice. Questa volta coinvolgerà i presenti facendo rivivere momenti di vita quotidiana a Siena, attraverso le immagini della Biccherna durante il periodo della
Repubblica senese.

L’incontro si svolgerà domani, mercoledì 23 Novembre 2022, alle ore 16:30, presso la
sede del Centro La Lunga Gioventù, in via Pispini al n. 162. L’iniziativa verrà svolta ad ingresso libero e gratuito con the e pasticceria secca quale gentile gesto di ospitalità.

Nella foto, tratta dal sito ufficiale, il salone dell’associazione

Anche a Siena la Giornata Diocesana Giovani: uno di loro la racconta

Domenica, 20 novembre,  in provincia di Siena, si è tenuta la GDG 2022 (Giornata Diocesana dei Giovani), organizzata dalla Pastorale Giovanile, con la collaborazione del centro Caritas Diocesana di Arbia e della parrocchia di S. Isidoro di Taverne d’Arbia. Tutti ragazzi dai 16 ai 25 anni: la bellissima testimonianza di uno di loro: Leonardo Cannoni.

Giornata Diocesana Giovani a Siena

Giornata Diocesana Giovani a Siena

Il primo ritrovo per i ragazzi partecipanti è stato alle 15 al luogo del Martirio di Sant’Ansano a Dofana dove ora sorge una cappella in onore del Santo battezzatore dei senesi. Da lì, il gruppo si è spostato a piedi verso il centro Caritas.

Il cammino è stato animato da canti e da una luce e un paesaggio spettacolari. Appena arrivati, i ragazzi si sono rifocillati con un piccolo rinfresco, prima di ascoltare la testimonianza di Maria e Paolo: la coppia che gestisce il centro. I due sposi hanno raccontato di come funziona e lavora la struttura e di come loro sono arrivati a quel traguardo. A seguire, è stato il momento dei balli di gruppo, per scaldarsi un po’ dal freddo della sera. Dopo il successone dei balli, la comitiva, ormai allargata alle persone che si sono via via aggiunte (e lo faranno fino alla cena), ha raggiunto la parrocchia di Taverne D’arbia, dove il tema principale era quello della GMG (Giornata Mondiale della Gioventù).

Giornata Diocesana Giovani a Siena

Giornata Diocesana Giovani a Siena

Qui infatti erano stati preparati due stand, che presentavano ognuno una delle ultime GMG delle quali sono stati cantati anche i rispettivi cori. Lo spazio più importante lo ha però occupato la presentazione della prossima GMG che avrà luogo a Lisbona dal 1 al 7 agosto 2023, che è stata proposta insieme ai due pacchetti viaggio per raggiungere la capitale portoghese. Successivamente, è arrivato il momento del “quizzone a squadre”, sempre a tema GMG.

I presenti sono poi confluiti nelle stanze della parrocchia per la cena e dopo si sono spostati in chiesa per la veglia finale, presieduta dal Cardinale Augusto Paolo Lojudice. Significativa la lettura del passo del Vangelo simbolo della prossima GMG di Lisbona, Lc 1, 39-45, che racconta della visitazione di Maria. In un secondo momento sono stati letti alcuni passi tratti dal messaggio di Papa Francesco per la XXVII Giornata Mondiale della Gioventù (cioè quella 2023) e altri dagli scritti del beato Carlo Acutis. La veglia si è conclusa  con un’adorazione eucaristica.

La giornata nel suo complesso è stata una bellissima occasione per tutti i ragazzi della diocesi di Siena per ritrovarsi e/o conoscersi.

Creare quindi relazione all’interno della Chiesa che, come ha tanto bisogno dei giovani, può anche dare tanto loro. Dopo anni di pandemia in cui la maggior parte di noi è stata abituata a restare ferma, l’invito del papa per i giovani è quello di alzarsi e andare in fretta, ora, adesso, come Maria da Elisabetta, di muoversi “per ricercare la connessione più genuina, quella che viene dall’incontro, dalla condivisione, dall’amore e dal servizio. […] Il nostro camminare, se abitato da Dio, ci porta dritti al cuore di ogni nostro fratello e sorella.” (dal messaggio di Papa Francesco per la XXVII Giornata Mondiale della Gioventù).

Questo lo hanno messo in pratica i giovani di Siena domenica pomeriggio e questo ci auguriamo che spinga più ragazzi possibili ad “alzarsi e andare in fretta” verso Lisbona per vivere pienamente giorni di divertimento, gioia e comunione fraterna con coetanei provenienti da tutto il mondo.

Leonardo Cannoni 

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato sulle attività delle Associazioni del Territorio Senese

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi